18/07/14

Mandela il "terrorista"

Piccolo reminder: lui era Nelson Mandela, quel simpatico vecchietto con le camicie colorate che tutti amate.
Fosse stato palestinese, lo starebbero bombardando insieme alla sua famiglia e ai suoi vicini di casa.
O sarebbe già morto, magari stanotte.

(QUI la lettera del 2001 dello stesso Mandela a un columnist del New York Times non molto informato, o in mala fede)

15/07/14

Li mortacci tua

Certo, dopo una settimana di bombardamenti comincia pure a mettere a pagina 23 il corsivo di un israeliano che dice che forse hanno un po' esagerato, così sembri più imparziale.
Tanto in prima pagina continui a mettere titoli come quello qui sotto, quello in rosso.
La cui consequenzialità taroccata - sì, c'è il punto prima, ma dove pensate siano i 78 morti se leggete tutto di fila? - è roba da manuale della manipolazione, anzi della creazione di notizie false da elementi veri. Comunque la pensiate.



(La Stampa, 11 luglio 2014)

13/07/14

Associazioni di idee

Una delle cose più belle di Twitter è la capacità di creare combinazioni involontarie davvero illuminanti.
Questa, ad esempio.

(Dell'incapacità dell'account ufficiale Universale di fronte a una E maiuscola accentata parliamo la prossima volta)


Cerca in Soul Food

Archivio